skip to Main Content

ADI CODOGNO (Assistenza Domiciliare Integrata con Cure Palliative)

L’Assistenza Domiciliare Integrata è un insieme di attivitò socio sanitarie prestate a domiclio e dirette alal cura e/o alal riabilitazione delal persona.

L’Unità di Offerta dell’ ASP Basso Lodigiano denomina “ADI CODOGNO” è un servizio ADI con cure palliative che pone tra i propri obiettivi il raggiungimento della soddisfazione dei propri clienti, in primo luogo utenti, loro familiari o persone di riferimento, operatori sociali, Comuni, Enti Pubblici, nonché i soci lavoratori delle Cooperative coinvolte e coordinate dall’ASP stesso.

Il Servizio è gratuito.

Cosa fa ADI

L’Ente si impegna:

  • a soddisfare i bisogni assistenziali dell’utente nel pieno rispetto della dignità della persona e dei suoi diritti
  • ad osservare e garantire gli impegni assunti e sottoscritti con i committenti, ed in particolare con l’ATS/ASST, circa le modalità di erogazione dei servizi

Interventi e servizi erogati

  • assistenza socio-sanitaria domiciliare, rivolti a persone anziane, disabili e in fase di terminalità, a mezzo voucher
  • terapia fisica e riabilitazione domiciliare

L’assistenza domiciliare integrata è un insieme coordinato di attività sanitarie, integrate con interventi di natura socio-assistenziale diretti a curare, riabilitare ed assistere la persona ammalata a domicilio. Le prestazioni che devono essere erogate vengono quantificate economicamente attraverso un documento chiamato VOUCHER.
Il VOUCHER deve essere richiesto alle ASST tramite il Medico di Base, l’entità del VOUCHER sarà definita sulla base della gravità dell’assistito e delle conseguenti prestazioni da erogare.
Riconosciuto il bisogno e la necessità degli interventi richiesti, l’ASST emetterà il VOUCHER, il cui valore sarà basato sul profilo ritenuto più consono e che potrà esaurirsi o essere rinnovato sulla base delle prestazioni che si renderanno necessarie fino alla guarigione, al ricovero o al decesso dell’assistito. Nel momento in cui la famiglia si rivolgerà all’ASST le sarà fornito un elenco delle strutture accreditate nel territorio per questo tipo di servizio e alle quali si potrà rivolgere per acquistare le prestazioni socio – sanitarie necessarie.

Il Voucher socio-sanitario

Il voucher socio sanitario erogato dalla Regione Lombardia attraverso le ex ASL viene assegnato sotto forma di TITOLO esclusivamente per l’acquisto di prestazioni di assistenza domiciliare socio- sanitaria integrata, erogata da operatori socio-sanitari qualificati: medici, infermieri professionali, terapisti della riabilitazione, operatori sociosanitari, ausiliari di assistenza.
La finalità che si intende perseguire è quella di evitare o di ritardare l’istituzionalizzazione dell’individuo non autosufficiente, consentendogli di ottenere supporto alla fragilità nella propria casa e di poter scegliere liberamente la modalità e gli erogatori dell’assistenza ritenuta necessaria.

Riteniamo utile fornire alcune semplici informazioni d’uso riguardo al voucher socio-sanitario.

  • È un titolo, non una somma di denaro liquido
  • Ha validità mensile: al termine del periodo può essere confermato o chiuso
  • È un’iniziativa a sostegno della domiciliarità, non applicabile a persona istituzionalizzate
  • È gratuito, non è legato al reddito, né all’età dell’utente
  • valido solo per l’acquisto di prestazioni professionali ADI (infermiere, terapista della riabilitazione, specialista) e solo presso Enti accreditati dalla Regione
  • È utilizzabile per ottenere l’assistenza ADI da parte dell’Ente erogatore accreditato o del Distretto sulla base della scelta mensile dell’utente/familiari
  • Si interrompe in caso di ricovero prolungato in Ospedale o di inserimento in Strutture Residenziali o Semiresidenziali
  • In casi particolari può essere associato alle forme comunali di sostegno alla domiciliarità (buono sociale e voucher sociale)

Viene riconosciuto sulla base di una valutazione multidimensionale effettuata ad oggi da personale dell’èquipe valutativa dell’ASST a ciò incaricato. L’Ente prescelto dall’utente per usufruire delle prestazioni riconosciute con il Voucher è tenuto a predisporre un piano assistenziale concordato con l’assistito/famigliare.